La Cicala e lo Spazio ELLE

Nasce l’Associazione Culturale LA CICALA a Pavona (Roma), in Via del mare 138, dove la periferia di Castel Gandolfo incontra quella di Albano Laziale. Non è un caso che la sede dell’Associazione sia in quella che è definita l’estrema periferia romana, per capirne il senso bisogna considerare che tra i fondatori troviamo Laura Giovanna Bevione e Domenico Cornacchione, due artisti che hanno fatto del decentramento culturale e del lavorare in provincia la loro cifra stilistica. logo la cicalaDa anni, i due scultori, portano le loro opere in mostra nella provincia romana, in paesi fuori dai circuiti soliti dell’arte contemporanea. Tra le mostre cui hanno partecipato ricordiamo quella del 2014 “Il confronto” al Museo della II Legione Partica di Albano Laziale (Roma), o le esposizioni del 2013 “Ecosuoni” al Parco della Rimembranza di Terracina (LT) e “In Teatro” alla Sala Petrolini di Castel Gandolfo (Roma), o ancora la recentissima mostra “Tempo e Racconto” tenutasi alle Scuderie di Palazzo Ruspoli di Nemi (Roma) e che ha visto un’affluenza di pubblico fuori da ogni aspettativa: oltre 1500 visitatori, segno inconfutabile che portare l’arte contemporanea fuori dai soliti circuiti elitari è una scelta vincente.

L’Associazione prende il nome in prestito dalla celebre favola di Esopo, la Cicala e la formica, o meglio, dalla rivisitazione dello scrittore contemporaneo Michel Piquemal che inventa un nuovo finale alla favola, immaginando un’auspicabile quanto costruttiva amicizia proprio tra quella operosa ma avara formica, che qui diventa generosa e colta, e la cicala, che da perditempo diventa una straordinaria cantante.

Punto di eccellenza dell’Associazione è la creazione di “SpazioELLE” un nuovo e rivoluzionario spazio espositivo di arte contemporanea, il primo situato volutamente in quella periferia dimenticata e da molti considerata quasi senza speranza. In programma un ricco calendario di mostre, correlato da incontri, presentazioni e corsi didattici. Negli spazi dell’Associazione sono previsti, infatti, corsi di disegno, di ceramica e di fotografia, finalizzati a facilitare la comprensione di un certo tipo di arte contemporanea.

Gli spazi, già inaugurati lo scorso 27 maggio, vedono in questi giorni l’inizio dei corsi didattici di disegno tenuti proprio da laura Giovanna Bevione, e a luglio ospiteranno la prima mostra di arte contemporanea curata da Domenico Cornacchione, una mostra collettiva con una ricca selezione di artisti.

Precedente SPAZIO ELLE Successivo Centri Periferici – La periferia e la sua inconsapevole bellezza